Archivio tag: distributore di gelati antica gelateria del corso

Scuola del Gelato con Ristopiù Lombardia e Antica Gelateria del Corso

scuola del Gelato

Ti aspettiamo alla Scuola del Gelato di Antica Gelateria del Corso per scoprire tutti i MANTECATI!

Lunedì 18 Aprile

dalle 9.30 alle 11.30

oppure dalle ore 15.00 alle ore 17.00

Via Monte Tre Croci Varedo, sede Ristopiù Lombardia

 

Troverai i migliori gusti delle categorie CREME, FRUTTA e VARIEGATI nei formati grande e piccolo.
Inoltre scoprirai tante informazioni utili:

  • Il posizionamento giusto dei mantecati all’interno della VETRINA (statica o ventilata)
  • La preparazione di PORZIONI omogenee, anche quando il personale cambia
  • L’ABBINAMENTO GUSTI migliore
  • La DECORAZIONE di coppe e vaschette

Ti spiegheremo perché L’ ACQUA è NEMICA DEL GELATO e potrai fare delle PROVE PRATICHE sotto la guida dei nostri esperti!

Arriva la Scuola del Gelato con Ristopiù Lombardia

Scuola del Gelato

Ti aspettiamo alla Scuola del Gelato di Antica Gelateria del Corso per scoprire tutti i MANTECATI!

Troverai i migliori gusti delle categorie CREME, FRUTTA e VARIEGATI nei formati grande e piccolo.
Inoltre scoprirai tante informazioni utili:

  • Il posizionamento giusto dei mantecati all’interno della VETRINA (statica o ventilata)
  • La preparazione di PORZIONI omogenee, anche quando il personale cambia
  • L’ABBINAMENTO GUSTI migliore
  • La DECORAZIONE di coppe e vaschette

Ti spiegheremo perché L’ ACQUA è NEMICA DEL GELATO e potrai fare delle PROVE PRATICHE sotto la guida dei nostri esperti!

Aforisma Luciana Littizetto e il gelato

aforisma gelato

 

Non prendiamo il gelato nella coppetta per poi fare quel mischiolino che mette tristezza. Meglio il cono che fa colare il gusto malaga giù per il braccio ma è anche l’unico modo che ci è rimasto per tornare bambini.
(Luciana Littizzetto)

Il cono gelato elettrico

glatoIn fatto di stravaganze, la mente umana può ideare cose davvero stravaganti. Oggi ve ne proponiamo una davvero bizzarra che potrebbe facilitare la vita di qualche mangiatore incallito di gelato.

Si tratta di un cono in plastica, fatto da un impugnatura, sopra la quale è collocata una piccola vaschetta che accoglie il gelato. A ben vedersi potrebbe sembrare un comodo supporto per mangiare il gelato che, diversamente dalle comuni coppette, ha l’aspetto di un cono, ma la particolarità sta nel piccolo meccanismo che consente al gelato di girare su se stesso e a chi lo sta usando di mangiare con molta facilità: basta tirare fuori la lingua e il gioco è fatto!

Immagine tratta da espresso.repubblica.it

L’ingrediente segreto del gelato: l’aria

mantecati antica gelateria del corsoPotrebbe apparire strano, ma una delle componenti fondamentali del gelato è l’aria, utilizzata per regolare la consistenza. L’aria viene introdotta nell’impasto del gelato durante la lavorazione e la quantità desiderata dipende da ciascun produttore: entro un certo limite, più ne viene messa e più il gelato risulterà soffice e aumenterà di volume. A tal proposito, a parità di calorie, il gelato risulterà più leggero e darà a chi lo mangia una maggiore gratificazione sensoriale.

Gelato e letteratura

gelateria e gelatoMolti artisti e letterati hanno inserito nelle loro grandi opere riflessioni sulla cucina, pensiamo a Marinetti e ai futuristi.

Esiste un trattato di scalcheria e cucina “Lo scalco alla moderna”, di Antonio Latini (1692), in cui si possono rintracciare le origini del gelato. L’autore scrive un intero capitolo “Trattato di varie sorti di sorbette, ò di acque agghiacciate” in cui si trovano ricette che insegnano la procedura corretta per mescolare la neve con zucchero, sale, succo di limone e altri ingredienti come fragole, amarene, cioccolata. Un vero e proprio atto di nascita del gelato.

Il medico Filippo Baldini, un secolo dopo, pubblica a Napoli il “De’ Sorbetti”, primo libro interamente dedicato ai sorbetti, dove si rintraccia una vera catalogazione: esistono i subacidi (alla frutta), gli aromatici (alla cannella, al cioccolato, al caffè ecc.) e lattiginosi (i nostri gelati odierni).

Quindi dal sorbetto, dalla neve ancora prima, ha origine il gelato.

Il gelato più costoso del mondo

gelati antica gelateria del corsoSi chiama Des-Ice (Desire – desiderio e  Ice – gelato) ed è il gelato più costoso al mondo. Realizzato solo su richiesta, il gioiello, che vanta un costo di 500 mila euro, nasce dalla collaborazione tra la casa di gioielli Spadafora e dell’atelier del gelato Muntoni. Per la presentazione ufficiale è stata scelta l’elegante cornice il villaggio del lusso di Porto Cervo firmato Harrods.

L’opera di alta oreficeria è composta da una collana e un paio di orecchini, impreziositi da 45 smeraldi taglio a goccia da 51,64 carati e da 9 carati di brillanti. Inoltre c’è il gustosissimo dessert gelato con una base di champagne millesimato e caviale, fragole e una crema di petali di rose.

Gelati luminescenti

gelateria e gelatoSi tratta di una scoperta sconvolgente per quanto riguarda il mercato alimentare e quello del gelato in particolare. L’eccentrico maestro gelatiere Charlie Harry ha trovato il modo di realizzare dei gelati luminescenti: delle fantasiose creazioni che si illuminano al buio.

Il segreto è tutto in una proteina responsabile dell’affascinante fenomeno, che in natura si trova in alcune specie animali come le meduse.

L’innovativo gelato è ora allo studio per capire se possa essere commercializzato al pubblico, se così fosse, il prossimo anno potremmo trovare nelle migliori gelaterie i nostri gusti preferiti che si illuminano al buio.