Archivio tag: gelati

Scuola del Gelato con Ristopiù Lombardia e Antica Gelateria del Corso

scuola del Gelato

Ti aspettiamo alla Scuola del Gelato di Antica Gelateria del Corso per scoprire tutti i MANTECATI!

Lunedì 18 Aprile

dalle 9.30 alle 11.30

oppure dalle ore 15.00 alle ore 17.00

Via Monte Tre Croci Varedo, sede Ristopiù Lombardia

 

Troverai i migliori gusti delle categorie CREME, FRUTTA e VARIEGATI nei formati grande e piccolo.
Inoltre scoprirai tante informazioni utili:

  • Il posizionamento giusto dei mantecati all’interno della VETRINA (statica o ventilata)
  • La preparazione di PORZIONI omogenee, anche quando il personale cambia
  • L’ABBINAMENTO GUSTI migliore
  • La DECORAZIONE di coppe e vaschette

Ti spiegheremo perché L’ ACQUA è NEMICA DEL GELATO e potrai fare delle PROVE PRATICHE sotto la guida dei nostri esperti!

Aforisma Luciana Littizetto e il gelato

aforisma gelato

 

Non prendiamo il gelato nella coppetta per poi fare quel mischiolino che mette tristezza. Meglio il cono che fa colare il gusto malaga giù per il braccio ma è anche l’unico modo che ci è rimasto per tornare bambini.
(Luciana Littizzetto)

Arrivano i gusti dell’estate 2015!!

ice-cream-694415_1280L’aria di novità di Expo ha pervaso la città e anche i tradizionali gusti del gelato ne sono usciti rinnovati.I più conservatori saranno costretti a dire addio al rassicurante e tranquillo abbinamento fragola e cioccolato. I gusti dell’estate 2015 osano, ti promettono un’esperienza sensoriale indimenticabile e soprattutto si spingono nella regione inesplorata dei gusti salati dove per il momento, solo il pistacchio ha potuto avventurarsi con successo. Si va dai classici rivisitati come il nocciola Piemonte IGP e il pistacchio puro di Bronte DOP dove, oltre alla provenienza italiana è messo in risalto il livello di qualità e l’accuratezza di scelta della materia prima. Non mancano i sorprendenti gusti alcolici: spritz e mojito sono i candidati ideali per rinfrescare la tua serata estiva. Tra gelati vegani (sfoglia caramellata, cioccolato con pan di Spagna, salsa di Mango ecc..), alcolici, tradizionali e gastronomici( timo, pomodoro, salmone affumicato con salsa olio) la creatività e la passione dei nostri gelatai è sempre in continua crescita e rivoluzione.

Il gelato più costoso del mondo

gelati antica gelateria del corsoSi chiama Des-Ice (Desire – desiderio e  Ice – gelato) ed è il gelato più costoso al mondo. Realizzato solo su richiesta, il gioiello, che vanta un costo di 500 mila euro, nasce dalla collaborazione tra la casa di gioielli Spadafora e dell’atelier del gelato Muntoni. Per la presentazione ufficiale è stata scelta l’elegante cornice il villaggio del lusso di Porto Cervo firmato Harrods.

L’opera di alta oreficeria è composta da una collana e un paio di orecchini, impreziositi da 45 smeraldi taglio a goccia da 51,64 carati e da 9 carati di brillanti. Inoltre c’è il gustosissimo dessert gelato con una base di champagne millesimato e caviale, fragole e una crema di petali di rose.

Gelati al prosecco a Valdobbiadene

red-red-wine-1335583-mIn occasione della 2° Giornata Europea del Gelato Artigianale, a Valdobbiadene si è tenuto il concorso “Gelato a Prosecco: il migliore gelato fatto con con Prosecco docg Valdobbiadene. L’evento, inaugurato dal Governatore Luca Zaia per l’Antica Fiera di San Gregorio da Longarone Fiere in collaborazione con l’Amministrazione del Comune della Marca Trevigiana, ha raggiunto un notevole successo, 40 mila visitatori per le tre giornate previste .

Vincitrice del concorso è la gelateria “Casa del Gelato” di Denis Ongaro.

Il gelato è un pasto completo

classifica gusti di gelatoLo sapevate che un gelato può essere considerato un pasto completo?

A detta di molti esperti sembrerebbe proprio che una coppa di gelato accompagnata da frutta fresca di stagione e da una piccola quantità i crema o panna montata. Bisogna sempre prestare attenzione alla propria dieta, è sempre bene non eccedere con queso tipo di pasto, ma ogni tanto uno strappo alla regola non fa male!

Gelato e granita con zucchero di canna

zucchero di canna gelatoLa storia del gelato si perde nei tempi. Sul finire del IX secolo la Sicilia, terra ricca di risorse, venne occupata dagli Arabi, i quali portarono nuove conoscenze e tecniche per la produzione del gelato.

La Sicilia offriva i nevaroli e le neviere dell’Etna, unica soluzione del tempo per realizzare e conservare piatti freddi, e lo zucchero di canna, molto più indicato per produrre granita e gelato rispetto al miele solitamente usato. Ibn Ankallo scrittore arabo del tempo racconta Lungo la spiaggia, nei dintorni di Palermo,  cresce vigorosamente la canna di Persia e copre interamente il suolo;  da essa il sugo si estrae per pressione.