Archivio dell'autore: admin

I brezel di Pasqua

brezel

Le curiosità sui brezel sono numerose e numerose sono le leggende a riguardo. Una di queste riguarda proprio uno dei peridi che stiamo vivendo, la Pasqua.

I brezel hanno fatto il giro del mondo e sembra che esistano da sempre e dal 1450, in Germania, divennero il tipico pane della Pasqua. Nel 1190 furono riprodotti per la prima volta su un libro di preghiere.

I ancora oggi sono considerati ben auguranti, simbolo di prosperità e completezza spirituale, sono parte integrante della tradizione culinaria tedesca.

Sono ottimi da magiare con una selezione di weißwurst con senape dolce, insalata di patate, crauti, tutto esaltato da buona birra tedesca.

La tipicità della cucina tedesca

cucina tedesca

La cucina tedesca che oggi si può apprezzare in tutta la Germania nasce sotto il dominio prussiano. Nonostante gli ingredienti base come patate, carne, crauti e birra siano gli stessi, sul territorio esistono molte differenti tradizioni gastronomiche.

I tedeschi apprezzano molto il contrasto dolce/salato, infatti spesso le carni sono accompagnate da salse dolci a base di frutti.

I pranzi e le cene iniziano con una zuppa o una minestra di verdure – piselli o patate – o di carne. Qualche volta c’è l’antipasto che tra le portate ha l’insalata. Il re dei pasti è il piatto di carne o pesce, servito con almeno due contorni di verdura a base di piselli, patate, crauti, fagioli e barbabietole.

La birra è senza ombra di dubbio la bevanda preferita, seguita dai preparati a base di succo di mela. Sulle tavole tedesche non manca mai il dessert che si presenta molto sostanzioso.

La colazione è preferibilmente salata, composta da pane e brezel con salsiccia e formaggio.

La disposizione a fontana

disposizione a fontana bretzelQuanti di voi conoscono la disposizione a fontana? Le nostre nonne sicuramente si! Si tratta di una tecnica semplice ma efficace che si utilizzava – molti lo fanno anche ora – prima dell’arrivo delle macchine impastatrici, oggi molto usate in pasticceria e panetteria.

Disporre a fontana significa mettere tutti gli ingredienti secchi insieme sulla spianatoia andando a formare proprio una montagna, la cui cima verrà modificata per creare una conca. Lo scopo di questa conca è accogliere tutti gli ingredienti liquidi, da qui l’idea di definire questo metodo disposizione a fontana.

 

Lo sapevi che?

Secondo un’antichissima lpretzel-59084_1280eggenda tedesca il brezel fu inventato da un panetterie della corte di Eberardo V. Al panettiere, in seguito ad un’offesa recata al duca, fu richiesto di creare una pagnotta che fosse in grado di riflettere e far brillare i raggi del sole tre volte. Dopo 48 ore di disperati tentativi il panettiere, a corto di idee, si ispirò alla moglie che a braccia incrociate lo rimproverava per la propria sfrontatezza. I tipici cristalli di sale grosso che sormontano la superficie scura, lucida e croccante riuscirono a convincere il duca e il panettiere riuscì a salvarsi.

Scopri i brezel anche in Italia

brezelSiamo abituati a pensare ai brezel come un prodotto esclusivamente tedesco, in realtà possiamo vantare anche noi una ricca tradizione.

Il merito va attribuito alla lunga dominazione austriaca nei territori del nord est, in particolare in Trentino Alto Adige. Qui i brezel sono molto amati e fanno parte della cultura culinaria del posto, la cosa sorprende poco, se si pensa che questa zona d’Italia è una terra di mezzo in cui la popolazione sta a cavallo tra la cultura nordica e quella mediterranea.

La forma del Pretzel

Il Pretzel è caratteristico per la forma, che ricorda un nodo allentato, ma in realtà la spiegazione è molto diversa: si narra infatti che questi particolari e saporiti panini fossero regalati come ricompensa dagli antichi monaci francesi ai bambini che imparavano con diligenza i versi della Bibbia.
Furono chiamati per tal motivo pretiola, ovvero ricompensa, e poi italianizzati come brachiola. In seguito i pretiola attraversarono le Alpi e in Germania divennero conosciuti come brezel.

I Portatori di Brezel… scolpiti in bronzo

brezelI Portatori di Brezel scolpiti in bronzo si trovano all’ingresso della sede amministrativa Bahlsen di Hannover

Nel 1912 Georg Herting riproduce in un bellissimo manifesto esposto nella Sala delle Stagioni la coppia dei Portatori di Brezel scolpiti in bronzo sull’ ingresso della sede amministrativa dell’azienda Balhsen di Hannover.

Un giro nella cucina bavarese

pretzelIn Germania sono comuni i ristoranti, gli Stuben e le vinerie in cui gustare i piatti tipici bavaresi, tra questi è immancabile il pane intrecciato chiamato brezel, prezel, brezen. Comunemente venduto nelle Bäckerei, panetterie, e nelle Imbiss, una via di mezzo tra la gastronomia d’asporto e la tavola calda.

Il brezel si mangia durante tutto l’arco della giornata e viene comunemente servito nelle birrerie perché, grazie allo strato di sale con cui è ricoperto, procura una certa sete ai clienti che richiedono sempre più birre, aumentando i guadagni dei proprietari.

Il piatto principale della cucina bavarese è il Weißwurst, composto da una salsiccia bianca di Monaco, accompagnata da senape dolce e Brezel (alcuni completano il tutto con una spalmatina di burro).