Monaco, brezel e carillon

Tra i simboli della città di Monaco di Baviera, oltre agli amatissimi brezel, c’è sicuramente il carillon di Marienplatz.

Nella piazza si staglia imponente la torre del Municipio della città, caratterizzata da questo singolare e tipico carillon che regala il Glockenspiel (letteralmente “gioco di campane”).

Il carillon rappresenta due scene di vita: quella superiore racconta i festeggiamenti per le nozze di Guglielmo V e della principessa Renate von Lothringen nel 1568; quella inferiore ricorda la danza dei bottai, dopo la fine dell’epidemia di peste della città di Monaco, avvenuta tra il 1515 e i 1517.

Il carillon si attiva due vlte al giorno, alle ore 11 e alle ore 12, solamente da marzo a Ottobre anche alle ore 17.

 

I brezel della Grande Mela

new york brezelChe la città di New York fosse cosmopolita, è un fatto ormai assodato. Che si possano incontrare culture di ogni tipo, questo già si sapeva.

Questa tendenza fa si che la cucina americana si tinga di nuovi colori e sapori, facendo propri piatti appartenenti ad altre culture.

E’ il caso dei Brezel, panini tipici tedeschi, che stanno entrando a pieno titolo della cucina statunitense.

Non è poi cosi strano trovare, ad ogni angolo della Grande Mela, i banchetti di cibo da strada o street food, pieni di bagel al formaggio, hot dog ricoperti di salse e i neo arrivati Brezel.

Brezel e crauti per un piatto tirolese

brezel gigantePer accompagnare i buonissimi Brezel, si può preparare un piatto tipico della tradizione tirolese.

Si tratta dei crauti con pancetta affumicata cipolla e aromi.

Occorrono:

2 barattoli da 385 gr l’uno di crauti precotti

150 gr di pancetta affumicata

1 cipolla

1 filo d’olio

1 noce di burro

5 bacche di ginepro

2 cucchiai di farina

1 dado di carne

800 ml di acqua

1 pizzico di sale

 

In una pentola mettete l’acqua i crauti, le fette di pancetta, le bacche di ginepro, il dado, coprite con un coperchio e fate cuocere per 45 – 50 minuti circa a fuoco moderato.

A parte tagliate a fettine la cipolla, fatela rosolare in una padella con l’olio e il burro. In ultimo aggiungete la farina e fate cuocere per pochi minuti.

Scolate i crauti e impiattateli insieme alla cipolla, servite il tutto ben caldo.

I pretzel cibo dei mercanti

pretzelTra le tante storie che si tramandano sull’origine dei pretzel, ce n’è una che li racconta come offerta di buona fortuna per i mercanti che si recavano all Fiera di Francoforte.

Durante il loro viaggio verso la città i mercanti erano spessissimo attaccati da predoni,  così per rassicurarli, gli abitanti, davano il loro benvenuto protettivo: uscivano dalle mura a cavallo e offrivano ai mercanti delle brocche di vino, accompagnate daiben auguranti prezel, che erano infilati sulle loro lance. Grazie a questa abitudine i prezel furono chiamati Geleit-prezel, traducibile con prezel di protezione.

Prezel ai semi di papavero

semi_papaveroSpesso in cucina vengono usati i semi di papavero per dare maggiore carattere ai piatti.

Anche i panini Prezel vengono cosparsi con questi piccoli e gustosi semi, dalle proprietà spesso sconosciute.

I semi sono ottenuti dalla pianta del papavero e contengono molti composti chimici di origine vegetale che danno proprietà anti ossidanti.

I grassi e li olii essenziali rilasciano un gradevole profumo che aromatizza gli alimenti

I semi di papavero contengono anche un gran quantitativo di acido oleico e di acido linoleico, in modo particolare, l’acido oleico, aiuta a combattere le patologie del cuore perchè distrugge il colesterolo cattivo LDL e favorisce quello buono HDL.

Sono anche degli ottimi anti dolorifici, poichè contengono livelli minimi di alcaloidi dell’oppio, come la morfina, la papaverina e la codeina tebaina. Queste sostanza, estratte pure, sono utilizzate per la fabbricazione di alcuni farmaci.

Panini Brezel farciti

formaggio cheddarProcuratevi questi ingredienti:

  • dei panini Brezel (quelli che sembrano panini comuni ma in realtà sono fatti con lo stesso impasto dei Brezel)
  • del formaggio cheddar da tagliare a fette sottili
  • della senape
  • del prosciutto cotto tagliato sottile

Tagliate i panini in due parti e su una di esse spalmate la senape (in alternativa il panino sarà ottimo anche con della salsa di melanzane)

Disponete sull’altra metà il prosciutto e copritelo con le fette di

formaggio cheddar (se non lo avete, usate pure il gorgonzola, il panino verrà benissimo)

Utlimo passaggio, pressate il panino e mettetelo in formo o sulla piastra per qualche minuto, fino a quando non si fonderà il formaggio

Brezel e Weißwurst

brezel-giganteCome molti di voi già sapranno il brezel è un tipo di pane molto diffuso nei paesi di lingua e cultura tedesca.
Questo prodotto ha differenti nomi a seconda regione in cui viene preparato: laugenbrezel, pretzel, pretzl, brezel o brezn.
Il brezel accompagna i piatti tipici della tradizione tedesca, in modo particolare si mangia con i Weißwurst (wurstel bianchi di vitello) conditi con tanta senape. Mi raccomando non dimenticate un bel boccale di birra!

Brezel al formaggio

il classico brezelPer lo spuntino di oggi che ne dite di un Brezel speciale?

Vi servono solo tre ingredienti:

– 1 Brezel

– delle fette di formaggio tipo Emmental

– del pepe macinato

Mettete il Brezel su un piatto, adagiate sopra le fette di formaggio e aggiungete del pepe secondo il vostro gusto.

Ponete il tutto in forno (anche microonde) e lasciate scaldare fino a che il formaggio non si sarà ammorbidito.

Buon appetito!

Brezel al cioccolato

brezel dolciI brezel sono ottimi anche come dolce, provateli con il cioccolato!
Sciogliete a bagnomaria del cioccolato possibilmente fondente, aggiungete un po’ di burro e un po’ di latte per non rendere densa la glassa.
Immergete i brezel nel composto e lasciate asciugare. Alla fine serviteli con una spolverata di zucchero a velo!

Mi Presento sono il Brezel

brezelIl brezel o pretzen è il saporito pane di origine alsaziana, uno dei simboli dei Paesi di lingua tedesca e del Sud-Tirolo dal caratteristico colore ambrato e dalla forma annodata e dall’inconfondibile sapore.
Originariamente rappresentava il pane dei monaci e la sua forma riproduceva proprio l’intreccio delle braccia e delle mani sul petto all’atto della preghiera.

Rientrano in quella categoria che si chiama “Laugengebäck“, dove “Gebäck” significa più o meno “prodotto da forno” e “Laugen” né più né meno che “lisciva”, perché il sapore caratteristico deriva da un breve bagno in una soluzione di soda caustica.

La caratteristica crosta bruna che li riveste è data da una breve scottatura in acqua addizionata con quella che commercialmente viene chiamata Soda Caustica, ossia Idrossido di Sodio.

A seconda delle regioni, viene chiamato anche laugenbrezel, pretzel, pretzl, brezel o brezn.

E’ cosparso di sale e per questo si accompagna molto bene con la birra, ma può essere aromatizzato anche con anice o cumino.

Sui tavoli dei locali e dei bar lo si trova spesso impilato su appositi sostegni di legno fatti a croce.

Ci sono differenti tipi di bretzel, sia dolci che salati, sottili e piuttosto secchi, oppure più spessi e morbidi, ottimi da riempire con insaccati per essere gustati a mo’ di panino.

Di solito si mangia accompagnato dai Weißwurst (wurstel bianchi di vitello) tanta senape ed un bel boccale di birra.