Archivio tag: brioches e croissant lisci prelievitati

Come preparare l’INTRECCIO ELITE PERA & CIOCCOLATO

brioches

Ecco come preparare al meglio nel vostro bar la buonissima brioche intreccio elite con ripieno di polpa e cubetti di pera e cioccolato gusto nocciola, spolverata con zucchero a velo che a cottura avvenuta dona un colore dorato.

Disporre il prodotto congelato sulla teglia ed introdurlo in forno preriscaldato. Cottura direttamente in forno a temperatura + 180° per circa 18 minuti (forno tradizionale) oppure a 170-180 °c per 18-20 minuti in forno ventilato.

Servitela ai vostri clienti e buona colazione!

Tornano gli Accademici dell’Accademia dei maestri Pasticcieri

croissant pasticcieri

Tornano con il loro 23° Simposio Tecnico gli Accademici dell’AMPI (Accademia Maestri Pasticcieri Italiani). Si riuniranno a Brescia dal 28 Febbraio al 2 Marzo per presentare colazioni, soggetti in cioccolato e torte a tema.

La manifestazione avrà inizio domenica 28 con il ritrovo introduttivo all’Hotel Villa Fenaroli di Rezzato nei pressi di Brescia. A seguire, il giorno 29, sarà la volta delle colazioni: dalle 6 del mattino un gruppo di Accademici, solitamente suddivisi secondo le aree geografiche di appartenenza, presenteranno le colazioni; bioches, croissant e delizie di pasticceria ideate ed elaborate dagli esperti durante i molteplici ritrovi annuali. Ogni gruppo infatti si incontra e confronta per scambiarsi consigli per una crescita professionale.

Poi sarà la volta della valutazione sensoriale delle torte e dei soggetti al cioccolato preparate per la manifestazione. La giornata terminerà con la cena informale e la consegna dei riconoscimenti istituzionali.

Martedì 1 marzo sono previsti gli interventi delle aziende partner e la visita al laboratorio di uno dei Maestri dell’Accademia, del quale non si conosce ancora il nome e per scoprirlo bisognerà seguire la diretta su twitter.

Nell’ultima giornata ci sarà spazio ancora per le colazioni proposte da uno dei gruppi di Maestri API. I lavori avranno fine alle 12.30 dopo l’excursus sulle tematiche interne e dopo l’intervento di una delle aziende invitate.

L’origine della colazione

colazioneLa parola colazione ha una possibile duplice origine, infatti deriverebbe sia da collatiònem, participio passato di cònfero – contribuire, sia da colàtio – cosa colata (brodo o zuppa).

Con il primo termine riporta al concetto di cena fatta da persone, dove ognuno conferisce la sua parte.

Secondo la tradizione collationes sarebbe anche il titolo di una raccolta d’interviste fatta da Giovanni Cassiano, nel quale si ritrovano le regole del primo monachesimo cristiano anche quelle che rigurdano il primo convitto del mattino.

Brioches Krapfen o bombolone

krapfen cremaChi di voi conosce la differenza tra un Krapfen e un Bombolone? A dire il vero non esistono differenze, perchè i due diversi nomi identificano la stessa brioche: una frittella tonda, fatta con pasta dolce lievitata, ripiena di crema o marmellata e ricoperta di zucchero a velo.

Bombolone è il nome italiano che abbiamo dato al Krapfen che in relatà ha origini austro – tedesche. Sembra che questo dolce sia nato nella città di Graz, nell’Austria meridionale. La tradizione dice che veniva preparato in occasione del Carnevale e venduto per le strade della città.

Sull’etimologia del nome esistono due diverse teorie, la prima vuole che derivi dall’antica parola tedesca krafo – frittella; la seconda dice che riprenderebbe il cognome della pasticcera austriaca Veronica Krapft, l’inventore di questo dolce.

Ad oggi esistono molti nomi per identificare la frittella: bombolone, bomba, krafel, krafen, krafeln, crafen.

Brioches e croissant differenze dialettali

croissant cornettoIn Italia esistono diversi modi per chiamare la brioches.

In settentrione solitamente si tende ad usare la parola croissant e qualche volta brioches, termini con una valenza internazionale.

In centro Italia e in meridione si parla di cornetto, una parola italianissima, che probabilmente ha origine dalla forma: due coni rovesciati che si uniscono alla base e ricordano un paio di corna.

 

Brioches e Rivoluzione Francese

maria antoniettaL’introduzione dei croissant in epoca moderna è attribuita a Maria Antonietta Regina di Francia.

La sovrana si era innamorata di queste particolari brioches fatte di pasta sfoglia e burro, nate a Vienna e diventate famose in seguito all’attacco turco, sventato dai fornai intenti a preparare i fragranti dolci.

Maria Antonietta è protagonista di un singolare episodio: al primo ministro che la informava della scarsità di cibo per la popolazione e dell’imminente scoppio della Rivoluzione a causa del malcontento generale, pare che la regina rispose “Se non hanno pane, che mangino brioches“.

 

Treccina Nocciolatte al Cioccolato Bianco

croissant nocciola e cioccolatoTreccina Nocciolatte al Cioccolato Bianco: croissant alla nocciola e cioccolato dove la croccantezza della nocciola si unisce alla dolcezza del cioccolato bianco!

La pasta sfoglia

pasta sfogliaLa preparazione della pasta sfoglia richiede una lavorazione artigianale molto accurata. Bisogna essere capaci di lavorare l’impasto nella maniera giusta.

La pasta sfoglia è molto utilizzata in pasticceria, anche se sono molto buone anche le ricette salate, e nasce da pochi ingredienti:farina, acqua e burro.

La sua peculiarità, da cui prende il nome, è la lavorazione della sfoglia. Bisogna ottenere una pasta composta da tanti e sottilissimi strati e, una volta cotta, ha la caratteristica di sfogliarsi.