Archivio tag: distributore di gelati motta

Il sacchetto delle delizie con i Gelati Motta

sacchetto delle delizie motta

Oggi vi proponiamo una interessante ricetta ideata dai maestri gelatieri Motta, si tratta del sacchetto delle delizie.

Vi occorrono:

1 vaschetta di gelato Motta alla panna o alla fragola (potete anche usaren metà di uno e metà dell’altro)
4 fette di pan brioches
1sacchetto di marshmallows
1 confezione di pasta di zucchero
Topping alla fragola
150g di fragole
3 cucchiai di miele di fiori d’arancio
Zucchero a velo

Ecco la preparazione:

tagliamo a pezzettoni metà delle fragole e mettiamole in padella con il miele, le lasciamo saltare per qualche minuto e le facciamo freddare.

Stemperiamo il topping alla fragola con un po’ di acqua facendone una bagna che passeremo sulle fette di pan brioches, precedentemente private della crosta.

Creiamo delle palline di gelato con il pallinatore e le andremo a posizionare sulle fette di pan brioches insieme alle fragole saltate e ai pezzetti di marshmallow, Facciamo riposare l tutto nel congelatore.

Intanto, con l’aiuto del mattarello e con una spolverata di zucchero a velo, tiriamo la pasta di zucchero e ritagliamo una striscia alta 8-9 cm e lunga circa 24 cm.

Avvolgiamo la striscia intorno alla composizione di frutta, gelato e pan brioches che abbiamo recuperato dal congelatore, sigilliamo i lembi e arrotoliamo il bordo per dargli l’aspetto di un sacchetto aperto.

Posizioniamo il nostro dessert quasi terminato in un piatto e lo decoriamo con i marshmallows e le fragole che abbiamo lasciato da parte.

Sia che lo serviate al bar, sia che lo mangiate in famiglia…buon gelato a tutti!

Prepariamo i BANANA COOKIES!

ricetta gelato

Ecco una semplice e interessante ricetta per servire il gelato a casa o al bar.

Occorrono:

Gelato (i gusti più adatti sarebbero fior di latte, biscotto, cioccolato o crema ma potete usare quello che più preferite)
8 biscotti tondi tipo Cookies
1 banana
200g zucchero
50g burro

Come procedere:

Tagliate a pezzetti la banana, mettetela in padella a caramellare con lo zucchero e il burro. Dopo averla cotta per qualche minuto, mettetela da parte a raffreddare.

Su 4 biscotto mettete una pallina di gelato e formate una cavità nella quale inserirete i pezzetti di banana caramellata. Usate i restanti 4 biscotti per coprire il tutto, tipo panino.

Lasciate i cookies alla banana nel congelatore per far compattare nuovamente il gelato. Guarniteli e serviteli a piacere!

Gelato Festival 2015: il capoluogo lombardo si riempie di dolcezza.

gelatoTra le parole qualità, freschezza e genuinità in Italia non possiamo che trovare anche la parola gelato.

Sarà appunto questo il tema del festival che si svolgerà  a Milano in piazza Castello sia dal 28 maggio al 7 giugno che dal 3 al 13 settembre.

L’esperienza del gusto per noi italiani è tra le più avvincenti e per questo motivo al festival saranno presenti centinaia di gelatieri che, per tutta la sua durata, potranno essere osservati  all’opera grazie ai laboratori a vista.

I protagonisti indiscussi di questo evento saranno i gusti originali e genuini. Alcuni esempi? Pomodoro pachino, bottarga e olio d’oliva. Sarà un’esperienza assolutamente da non sottovalutare.

Il fenomeno Violetta colpisce ancora

gelato e bambiniChi non conosce il “Fenomeno Violetta”? Sicuramente chi ha una figlia adolescente, sa esattamente di cosa stiamo parlando. Si tratta di un tormentone che ha origine da una serie televisiva incentrata proprio sulla vita della teenager Violetta, che nel giro di poco tempo ha incantato milioni di ragazzine. I gadget sulla serie si sprecando: astucci, penne, magliette, materiale scolastico in genere, ma anche vestiti, arredi per le camerette e chi più ne ha più ne metta, tutti rigorosamente griffati Violetta; la novità assoluta arriva dalla mente di un fantasioso gelatiere che si è inventato il gelato al gusto Violetta: color lilla, sapore caramella con brillantini e stelline dorate … il successo è assicurato!

Gelato a colazione!

gelatoPer chi ama la colazione sempre e comunque, dei gelatieri si sono inventati il gelato gusto colazione. Nato nel The Ice Cream store di Rehoboth nel Delawere (U.S.A), si tratta di una crema alla vaniglia, con aggiunta di sciroppo d’acero e pezzetti di bacon croccante.

Da Jesolo arriva il gelato allo Spritz

gelato allo SpritzPromette di essere il tormento della prossima estate: direttamente da Jesolo arriva il gelato allo Spritz e non sorprende che possa prendere piede facilmente nella grande Milano, la città dell’aperitivo.

L’idea del gelato allo Spritz nasce a due giovani, Sara Sotgiu e Achille Vianello di 24 anni e 37 anni, che raccontano come sia stato difficile ottenere la miscela giusta di ingredienti perché, essendo la bevanda alcoolica, contiene zuccheri e questi fanno sciogliere il composto. Dopo quattro esperimenti, il gelato alcoolico allo Spritz è arrivato.

I ragazzi raccontano come il nuovo gelato piaccia ai giovani di Jesolo, tanto da averlo già eletto tendenza dell’estate. Ora non resta che aspettare di trovarlo nelle gelaterie di tutta Italia.

Il gelato al cioccolato di re Dondoli

gelato al cioccolatoIl gelatiere toscano Sergio Dondoli, incoronato re del gelato al cioccolato, racconta come realizzare un prodotto di qualità.

Dondoli dice che l’arte della preparazione si apprende in anni di prove ed erroi, perchè fare il gelato è più diffcile di quanto si possa immaginare. Gli ingredienti devono essere dosati attentamente per non rischiare di usarli in quantità elevata o troppo scarsa.

Sul gelato al cioccolato dice non può essere assaggiato durante la cottura, perchè il suo gusto raggiunge il top solo dopo tre ore di riposo dalla preparazione, questo perchè gli olii del cacao e delle noci, impiegano del tempo per sviluppare il loro aroma e conferire il sapore inconfondibile del gelato.

Come nasce il gelato in Sicilia

gelato e sorbettoL’Italia è considerata la patria del gelato, tanto che nel resto del mondo è comune trovare indicazioni del tipo “vero gelato italiano”.

Per risalire all’origine del gelato bisogna tornare al periodo della dominazione araba in Sicilia.

Come prima cosa c’è da dire che la canna da zucchero, ingrediente principale per la preparazione di sorbetti, venne portata in Sicilia dagli arabi.

Inoltre, anche l’abitudine di raffreddare i sorbetti attraverso un procedimento endotermico, realizzato con l’aggiunta di sali al ghiaccio, è stata appresa dagli arabi, i quali erano soliti prearare delle misture di erbe, spezie, acqua e zucchero.