Archivio tag: distributore gelati motta

Gelato a colazione!

gelatoPer chi ama la colazione sempre e comunque, dei gelatieri si sono inventati il gelato gusto colazione. Nato nel The Ice Cream store di Rehoboth nel Delawere (U.S.A), si tratta di una crema alla vaniglia, con aggiunta di sciroppo d’acero e pezzetti di bacon croccante.

Differenza tra gelato alla soia e gelato tradizionale

gelato mottaCi domandiamo spesso se esista realmente una differenza in termini nutrizionali tra gelato tradizionale e gelato alla soia, se sia meglio consumare uno o l’altro. La verità è che il gelato alla soia non è più salutare, ha semplicemente un gusto differente. Quindi i gelati sono da valutare al palato, potreste preferire un gelato piuttosto che l’altro solo per il suo sapore.

Per chi deve seguire una dieta povera di colesterolo, il gelato alla soia potrebbe essere una valida alternativa, anche se quello fatto con ingredienti tradizionali non è comunque un alimento carico di questa componente e, se assunto con moderazione, può essere mangiato da grandi e piccini.

La pizza sullo stecco non è più un sogno

gelato alla pizzaSe pensavamo di averle viste tutte, aspettiamo di trovare al supermercato lo stecco alla pizza. Non si tratta di un vero e proprio gelato, ma di una pizza da magiare sullo stecco. L’idea tutta italiana arriva da un gruppo di giovani friulani e promette di diventare la nuova moda del cibo mangiato per strada – meglio definito Street Food – questo perché la pizza sullo stecco è davvero comoda da mangiare. Si può scegliere tra margherita, prosciutto, salamino e sono in cantiere nuovi gusti tra questi la variante al cioccolato.

Quindi se siete appassionati del genere segnatevi il nome Hasta la Pizza, trovate gli snack nei supermercati, bar e chioschi.

Con il gelato ritorni all’infanzia

ghiacciolo mottaSecono molti esperti dietro il consuno di gelato ci sarebbe una sorta di regressione all’infanzia, a quando da piccoli si veniva premiati con un bel gelato oppure – di contro – si veniva puniti con il divieto di mangiarlo.

Il consumo di gelato nei bambini è appagante fa sentire bene e da felicità, sembrerebbe che queste sensazioni diffuse di benessere si ritrovino anche da adulti ogni volta che ci si concede un gelato.

Non a caso lo scrittore inglese Charles Dickens in visita in Italia, osservando le persone intente a consumare il gelato affera “gli uomini, quando mangiano il gelato, sembrano tanti bambini intenti a poppare”.

Baci di dama al gelato

cioccolatoArriva la bella stagione e il consumo di gelato aumenta. Vi suggeriamo un’idea per realizzare dei dessert veloci e originali. Occorrono delle meringhe e una vaschetta di gelato, meglio al cioccolato o se preferite potete usare il gusto che più vi piace.

Mettete il gelato in una ciotola e iniziate a lavorarlo con una spatola fino ad ottenere un composto cremoso. Dividete le meringhe a coppie e sulla base piatta di una meringa per coppia spalmate uno strato spesso di gelato. Applicate l’altra meringa facendo combaciare le due parti piatte per formare dei baci di dama al gelato.

Riponete i dolcetti in freezer per almeno 10 minuti. Il vostro dessert al gelato è pronto

Scegli il gelato e ti dirò chi sei

ghiacciolo mottaAnche la scelta del gelato pò darci spunti per indagare la personalità di ognuno. Il ghiacciolo ad esempio identifica una persona indipendente ma a tratti effimera, a cui piace gustare le cose immediatamente, lasciando le inutili attese ad altri.

Come fare la torta gelato?

torta gelatoCon dell’ottimo gelato si possono preparare facilmente dei dessert speciali.

Procuratevi un paio di vaschette del gelato al gusto che preferite, del burro e dei biscotti secchi.

In una terrina sminuzzate e tritate finemente i biscotti fino a ridurli in polvere, ve ne servirà la quantità sufficiente per uno strato di 1 cm come base della torta. Aggiungete poco alla volta il burro fuso, dovete ottenere un comporto solito ma abbastanza lavorabile.

Fate ammorbidire il gelato a temperatura ambiente, perché dovrete versarlo nella tortiera a formare uno strato di 5-6 cm.

Rivestite la tortiera con la carta forno e adagiate il composto di biscotti e burro sul fondo. Con un cucchiaio compattatelo a formare la base del dessert e aggiungete il gelato secondo la stessa procedura.

Riponete la torta in freezer per 4 ore (potete guarnirla con pezzi di frutta o riccioli di cioccolato come meglio preferite). Il vostro dolce al gelato è pronto!

La legge si occupa dei gelati

gelati mottaEsiste una legge che regola la produzione del gelato, è una normativa del Senato del febbraio 2010 che si occupa di regolamentare l’uso degli ingredienti e la lavorazione.

Tra le tante indicazioni si dice che i semilavorati devono limitarsi ad una percentule del 10% relativamente a latte, uova, panna, frutta fresca o surgelata; ogni gelato deve avere un contenuto minimo di ingredienti, ad esempio il 30% di frutta in quelli che la richiedono, del 15% se si tratta di agrumi.

Inoltre sono assolutamente vietati coloranti, edulcoranti artificiali, aromatizzanti di sintesi e l’introduzione di aria compressa (l’aria deve esse incorporata in modo naturale attraverso la lavorazione e il mescolamento che precede il congelamento). Il divieto ricade anche sui prodotti geneticamente modificati e sui grassi vegetali.

Insomma il gelato è una cosa seria e bisogna prepararlo con molta attenzione.

Sigep di Rimini: coppa del mondo di gelateria

il gelato del papaAl Sigep di Rimini si è tenuta la Coppa del Mondo di Gelateria dove ha trionfato la Francia riprendendosi il primato perso da diversi anni. Hanno elaborato il tema l’Universo di Leonardo Da Vinci.

A secondo posto si è posizionata l’Italia con i maestri gelatieri Stefano Biasini, Massimo Carnio, Marco Martinelli e Luca Mazzotta, si sono classificati con il tema mondo floreale.

Sale sul podio a seguire la Polonia con il tema elementi.

I vari Paesi si sono sottoposti a lunghe prove, ben sette, per poter decretare la squadre migliori e sono stati giudicati da esperti del settore.

Le ultime tendenze in fatto di gelato

latte e gelatoGli anni passano ma l’amore per il gelato non si dissolve, cambiano solo le tendenze e i gusti. Negli ultimi anni i consumatori hanno mostrato il bisogno di scoprire gusti nuovi che viaggiano parallelamente ai gusti classici e intramontabili. I nuovi sapori sono nati soprattutto dall’interesse per i prodotti locali a Km 0.

A questo proposito troviamo in Veneto il gelato all’amarone, con il quale si rende omaggio al pregiato vino rosso caratteristico di quelle terre; il gelato al piastacchio di Bronte, raffinatissimo prodotto originario della regione Sicilia; in Calabria spopola il gelato al bergamotto, frutto che ha reso nota la regione in tutto il mondo; in Lombardia hanno preso piede il gelato riso e latte, per ricordare il piatto povero diventato “tipico” durante i difficili anni prima e dopo il secondo conflito mondiale, e il più bizzarro gelato alla polenta.

Negli agriturismi di tutta Iltalia si possono gustare gelati artigianali relizzati con prodotti ricavati direttamente i loco, in primis i gelati relalizzati con latte freschissimo appena munto di asina o di bufala.