Archivio tag: distributore gelati motta

Il gelato d’inverno a Natale

gelato nataleTutti pronti? Arriva il gelato d’inverno! Proprio così durante il periodo invernale il gelato non va in vacanza come si potrebbe pensare, ma viene consumato come dessert a fine pasto.

In Italia l’usanza del gelato d’inverno è poco sentita, perchè si è abituati a consumare il dolce mentre si passeggia per le strade o comunque quando si sta all’aria aperta. Per questo consumare gelato con temperature sotto lo zero sembra un’impresa da pazzi.

In molti paesi il gelato d’inverno si consuma abitualmente dentro le mura di casa, infatti le gelaterie rimangono aperte tutto l’anno per consentire ai clienti di trovare un prodotto ottimale in qualunque stagione.

Con l’arrivo delle feste e del Natale in particolare, molte famiglie – tra dolci tipici, panettoni e pandori – si concedono il piacere di un ottimo gelato a fine pasto!

Il gelato al cioccolato di re Dondoli

gelato al cioccolatoIl gelatiere toscano Sergio Dondoli, incoronato re del gelato al cioccolato, racconta come realizzare un prodotto di qualità.

Dondoli dice che l’arte della preparazione si apprende in anni di prove ed erroi, perchè fare il gelato è più diffcile di quanto si possa immaginare. Gli ingredienti devono essere dosati attentamente per non rischiare di usarli in quantità elevata o troppo scarsa.

Sul gelato al cioccolato dice non può essere assaggiato durante la cottura, perchè il suo gusto raggiunge il top solo dopo tre ore di riposo dalla preparazione, questo perchè gli olii del cacao e delle noci, impiegano del tempo per sviluppare il loro aroma e conferire il sapore inconfondibile del gelato.

Gelati alla frutta per tutte le stagioni

gelati alla fruttaA fronte del suo quantitativo di vitamine e sali minerali, dovrebbe essere l’alimento base, insieme alla verdura, della nostre diete, ma spesso si sottovaluta la sua importanza. Stiamo parlando della frutta.

Anche in gelateria la frutta fresca ha un ruolo molto importante, perchè insieme a zuccheri, stabilizzanti naturali, fibre alimentari e all’acqua in particolare, permette di realizzare un gelato adatto anche a chi è intollerante al latte e derivati.

Le moderne tecnologie di refrigerazione ci consentono una vasta scelta di gelati alla frutta, anche fuori stagione, poichè conservano i prodotti mantenendo inalterate le caratteristiche dei gelati.

 

Le tendenze del gelato 2013: il mottarello Motta

mottaSecondo recenti stime il 95% degli italiani considera il gelato parte dell’alimentazione quotidiana, i gusti scelti variano dai classici a quelli alcolici.

La tendenza del 2013 vede preferire i gelati su stecco, come il mottarello Motta che fu il capostipite di una serie di gelati che arrivarono negli anni a seguire, tutti rigorosamente con lo stecco di legno.

Il gelato è un piacere che ci si concede dopo i pasti o come spuntino, lo si gusta comodamente a tavola in compagnia oppure da soli quando si è in giro.

Nel corso degli anni non ha mai smesso di attirare grandi e piccini anzi, le grandi aziende e i piccoli produttori, fanno a gara per sbalordire la clientela con il gusto più strano e innovativo.

Il boom dei gelati

gelati mottaNegli anni 70 il gelato è finalmente alla portata di tutta la popolazione mondiale. Si assiste ad un boom di vendite che fa nascere la moda del momento, una moda che non tramonterà neggli anni.

A spiegare il boom c’è la nascita del gelato confezionato: questo nuovo mercato vede il suo grande sviluppo proprio negli anni 70, grazie al consolidamento di poche, importanti marche, tra queste anche Gelati Motta, e grazie alla fervida immaginazione di cerativi che inventarono nomi buffi e divertenti.

Per la prima volta i gelati vengono mostrati su cartelli di metallo serigrafato all’esterno di bar e ristoranti. Grazie ai cartelli, il cliente poteva scegliere il gelato che preferiva, avendone una piccola descrizione, l’immagine e il prezzo.

Il gelato tutto l’anno!

gelati motta per barFino a qualche anno fa era comune mangiare il gelato solo nella stagione estiva, ma con il passare del tempo, è diventata un’abitudine comune, comsumarlo tutto l’anno.

Ben il 74% degli italiani mangia gelato anche fuori dai mesi caldi: il 20% lo mangia 1 volta alla settimana, il 2%, lo fa per più di 4 volte.

Il dopo cena è il momento preferito per gustare questo dessert. Il 57% dei consumatori di gelato preferisce mangiarlo all’interno delle mura domestiche.

Le origini del gelato in Sardegna

latteTra leggenda e realtà si racconta che, in Sardegna, il gelato sia nato un po’ per caso.

Tra le montagne sarde, sui pascoli innevati, nasce il primo gelato, grazie all’intuizione di alcuni pastori che decisero di mischiare il buon latte ovino appena munto, con la neve appena caduta.

Inaspettatamente il preparto diventò un ottimo dessert fresco, che piaceva ai più grandi e ai più piccoli.

Secondo molte ricostruzioni, questa non è considerata la versione ufficiale sulla nascita del gelato.Tra le varie leggende e credenze popolari tramandate, quella accreditata racconta che il primo gelato venne preparato da Antonio Latini, cuoco napoletano, che lavorò con il latte un sorbetto, poi offerto al vicerè di Spagna.