Archivio tag: gelati e gelato

Charles Dickens, italiani e .. gelato!

Tra la moltitudine di avvincenti storie legate al gelato si usa ricordare una singolare frase di un celebre romanziere inglese del 1800. Charles Dickens durante uno dei suoi numerosi viaggi per il book-758384_1280mondo si fermò spesso in Italia e qui tra le annotazioni prese sul suo diario di viaggio, reso poi pubblico col nome Impressioni Italiane, Dickens descrive l’Italia come “come lo spettacolo caotico di una lanterna magica”.

Tra le annotazioni più curiose una in particolare si riferisce agli italiani e al gelato “Gli uomini, quando mangiano il gelato, sembrano tanti bambini intenti a poppare.L’Italia, in questo senso è piena di poppanti, perché tutti mangiano gelati in tutti il tempo dell’anno”.

Essendo noto che questo romanziere fu il più brillante per aver messo in luce nei suoi scritti la vera anima della società, cosa avrà visto nel popolo italiano?

Le ultime tendenze in fatto di gelato

latte e gelatoGli anni passano ma l’amore per il gelato non si dissolve, cambiano solo le tendenze e i gusti. Negli ultimi anni i consumatori hanno mostrato il bisogno di scoprire gusti nuovi che viaggiano parallelamente ai gusti classici e intramontabili. I nuovi sapori sono nati soprattutto dall’interesse per i prodotti locali a Km 0.

A questo proposito troviamo in Veneto il gelato all’amarone, con il quale si rende omaggio al pregiato vino rosso caratteristico di quelle terre; il gelato al piastacchio di Bronte, raffinatissimo prodotto originario della regione Sicilia; in Calabria spopola il gelato al bergamotto, frutto che ha reso nota la regione in tutto il mondo; in Lombardia hanno preso piede il gelato riso e latte, per ricordare il piatto povero diventato “tipico” durante i difficili anni prima e dopo il secondo conflito mondiale, e il più bizzarro gelato alla polenta.

Negli agriturismi di tutta Iltalia si possono gustare gelati artigianali relizzati con prodotti ricavati direttamente i loco, in primis i gelati relalizzati con latte freschissimo appena munto di asina o di bufala.