Archivio tag: ginseng

Corso caffè espresso

caffè espresso

Ristopiù Lombardia in collaborazione con l’accademia procaffè

Mercoledì 27 Luglio dalle ore 09.15 alle 15.00

corso tenuto da Antonio Balsamo

Vieni all’Academy Ristopiù via Monte Tre Croci Varedo sede Ristopiù Lombardia

 

Il caffè: un’esperienza sensoriale

chicco di caffè

Può il caffè diventare un’esperienza sensoriale? La risposta è si, grazie alla sempre maggiore attenzione che esperti del settore e non, mettono sulla preparazione di questa straordinaria bevanda.

La tendenza oggigiorno è quella di studiare con attenzione il chicco di caffè, dalla nascita fino all’estrazione e oltre. le nuove generazioni sono ben posizionate e alla ricerca di una sempre maggiore qualità.

Gli imprenditori baristi che si affacciano al mondo del caffè scelgono in prima persona la materia prima e si adoperano per la tostatura al fine di avere una clientela ristretta ma ben fidelizzata che apprezza sopra ad ogni cosa quella qualità di miscela.

La tendenza della ricerca della qualità all’origine si sta ben radicando nei Paesi del Nord Europa, dell’Europa dell’Est, del Sud Est e di tutta l’Asia.

Tra gli ingredienti dei cocktail estivi: ginseng e caffè!

cocktail-387902_1280Inizia Agosto e finalmente anche gli ultimi lavoratori possono concedersi le meritate vacanze. Le temperature sono alte, la gola è secca e l’ambiente è leggermente diverso dall’ufficio con aria condizionata in cui siete rimasti relegati fino ad ora.

Tutto il vostro corpo vi spinge a idratarvi e in vacanza cosa c’è di meglio di un cocktail?

Attenzione a non cadere nelle trappole estive invisibili perché, anche se forse non ce ne accorgiamo, il nostro corpo risente del caldo e del sole.Evitiamo quindi cocktail troppo alcolici, che sicuramente non saremo in grado di reggere. Evitiamo anche quelli troppo zuccherati perché si sa, in costume, nessuno è perfetto. L’estate 2015 vedrà la rivincita dei cocktail naturali dove saranno i cocktail salutari e analcolici a prendere piede. Tra sapori nuovi e inaspettati ecco comparire sia il caffè che il ginseng. Con le loro proprietà antiossidanti  non solo faranno bene al tuo corpo ma ti doneranno una freschezza immediata che allevierà in parte la calura estiva.

Sostituire il caffè con caffè ginseng

espresso_caffè_ginsengIl caffè ci accompagna per gran parte della nostra giornata; lo beviamo al lavoro, lo beviamo a casa, lo beviamo anche quando siamo in viaggio. C’è chi però ne fa un abuso, consumando molte più delle tre tazzine massime consigliate al giorno e arrivando a berne una ogni due ore, magari accompagnate da una sigaretta. Un’abitudine molto dannosa per la salute, che rischia di portare insonnia, ipertensione, problemi digestivi e una serie infinita di disturbi. A questo proposito il caffè ginseng risulta molto utile perché, grazie alle proprietà della radice, l’effetto benefico e stimolante di una tazzina di caffè è prolungato, limitando la necessità di introdurre altra caffeina nell’organismo.

Il caffè ginseng ha anche un aroma piacevole che si unisce a quello già ampiamente apprezzato del caffè normale e dà anche benefici perché la famosa radice ginseng stimola la digestione, aiuta la circolazione sanguigna, rafforza le difese immunitarie e migliora le capacità di concentrazione.

Il ginseng nella dieta

ginseng energiaIl ginseng notoriamente aumenta il metabolismo e questo può aiutare a perdere peso. A tal proposito il ginseng può essere inserito nelle diete di chi vuole dimagrire, perché aiuta il corpo a smaltire il grasso in eccesso, trasformandolo in energia.

La maggiore disponibilità di energie è molto utile per chi pratica esercizio fisico e, con l’aiuto del ginseng, si hanno più forze a disposizione senza dovere introdurre un quantitativo eccessivo di alimenti nel corpo.

Ginseng siberiano o eleuterococco

ginseng energiaTra le tante tipologie di ginseng nel mondo ne esiste anche una specie proveniente dalla Russia: il ginseng siberiano.

Questa pianta ha molte proprietà benefiche, in particolare è ottima per combattere gli stati influenzali e le malattie infettive, aiuta l’organismo a ritrovare il giusto equilibrio. Inoltre è un ottimo alleato contro l’invecchiamento precoce e contro lo stress. Come a tutte le specie di ginseng gli sono riconosciute anche proprietà afrodisiache.

La radice del ginseng siberiano è legnosa e molto diversa dal quella carnosa del più conosciuto Panax Ginseng. L’eleuterococco (altro nome della pianta) ha anche caratteristiche chimiche, ben 35 costituenti diversi, che lo rendono unico nel suo genere.

Il caffè protagonista al cinema

caffè ginsengIl caffè è spesso protagonista al cinema e in molti film ritroviamo scene in cui lo si consuma.

Nel genere western i casi sono moltissimi: il caffè si consuma a Fort Apache sul fare del giorno ne I cavalieri del Nord Ovest, per smaltire la sbornia in Ombre Rosse, al posto del whisky in Un Dollaro D’Onore, per spegnere il fuoco in Cowboy.

Nel film Balla coi Lupi, Kevin Costner usa il caffè come merce di scambio per ottenere l’approvazione dei nuovi amici indiani. In Johnny Guitar, Sterling Hayden dice Niente di meglio che una fumata ed una tazza di caffè.

Nel cinema italiano il caffè diventa protagonista indiscusso nella corrente neorealista: la moka fumante è un elemento ricorrente perché si apprezza la sua calda e corposa fumata. Il celebre Totò si accompagna con la preziosa bevanda in molte occasioni, in La Banda degli Onesti si costruisce un’intera scena consumando caffè. In I Tartassati dice Prendo tre caffè alla volta per risparmiare due mance.

Gli esempi sono davvero molti, nel cinema più recente è il caso di ricordare il film del 1970 con Ugo Tognazzi – Venga a prendere un caffè da noi – in cui Alberto Lattuada sorseggia del caffè.

Lo sai che…

radice ginsengLo sai che in Asia si coltiva molto ginseng. Esistono tante varietà di questa pianta, che differiscono in base alla coltivazione.

In Corea, ad esempio, è molto famoso il Ginseng Rosso, la varietà migliore che non subisce variazioni, perchè estratta a freddo.

In Italia cresce spontanea una pianta che ha proprietà simili al ginseng, anche se non possiede tutte le sue qualità. Questa pianta sia chiama Panace o Heracleum spondyKium.

La guerra del ginseng

radice ginsengIn Cina i primi estimatori del ginseng si contendevano la preziosa pianta a suon di spade.

Già nell’antichità, il ginseng era considerato un potente farmaco, tanto che in poco tempo entrò a far parte della medicina tradizionale cinese. Era preziosa al punto tale da essere venduta a prezzi altissimi, nel secolo appena trascorso, il suo valore economico superava di sette o otto volte il suo peso in oro e argento.

La coltivazione del ginseng è un fatto recente. Prima, audaci cacciatori, incaricati dall’Imperatore che aveva il monopolio della radice, andavano a raccoglierla. Molti di questi uomini morivano nella ricerca, perchè venivano assaliti dai briganti che controllavano i territori per impadronirsi del ginseng.

Quando un cacciatore riusciva a prendere una radice, incideva un segno – zhaotou  sull’albero, solitamente dei pini coreani, ai piedi del quale aveva trovato la pianta. Le radici migliori erano quelle con forma umana.

Sono mille anni che le popolazioni cinesi tentano di coltivare il ginseng, ma con scarsi successi, perchè la pianta coltivata sembra non avere tutte le caratteristiche di quella selvatica. La più pregiata cresce al confine con la Corea del Nord nella regione del Changbai Shan.

Il Ginseng Siberiano

ginseng magicIl Ginseng Siberiano differisce dal Ginseng che comunemente conosciamo, si tratta di una radice legnosa e non carnosa che contiene eleuterosidi invece dei ginsenosidi.

Pur non essendo una vera e propria radice di ginseng, ha comunque notevoli proprietà, aiuta a ricaricare le batterie quando siamo privi di energie.

La pianta cresce in un ambiente molto proibitivo, per questo è molto forte ed energica, proprietà che trasmette con la sua assunzone.

In modo particolare gli eleuterosidi agiscono sulle ghiandole surrenali, questo ci permette di sopportare facilmente la fatica.