Ricetta con hamburger e pomodorini

carne di pollo

Oggi vi vogliamo dare una semplice ricetta dal sapore estivo, viso che siamo alle porte della bella stagione.

Procuratevi degli hamburger di pollo, pomodorini, semi di papavero, basilico, vino bianco olio, sale e pepe.

Ecco come procedere:

Passate gli hamburger nell’olio d’oliva e successivamente in un composto che avrete precedentemente preparato con semi di papavero, basilico sminuzzato. Condite gli hamburger con sale e pepe.

Mettete la carne in una padella antiaderente già calda e fatela rosolare per qualche minuto su ciascun lato.

Quando vi sembrerà che gli hamburger siano quasi cotti, aggiungete i pomodorini tagliati a pezzettini, il basilico sminuzzato e aggiustate di sale e pepe. Sfumate con un bel bicchiere di vino bianco e lasciate andare ancora per 4 – 5 minuti circa.

Il vostro piatto è pronto e buon appetito!

Andy Warhol mangia hamburger

Andy Warhol hamburegr

Memorabile la partecipazione di Andy Warhol al film “66 scenes from America” del regista danese Jorgen Leth del 1982. L’artista viene ripreso mentre mangia tranquillamente un hamburger.

Si vocifera che il regista avesse mandato il suo assistente a prendere alcuni hamburger, raccomandandosi di comprare quelli con le confezioni meno vistose. La preoccupazione di Leth era che non potessero andare bene a Warhol, che palesemente aveva le sue preferite.

Quando l’artista arrivò in studio, vedendo tutti gli hamburger, chiese dove fosse quello di MCDonald’s «che ha la confezione più bella», e il regista visibilmente agitato rispose che aveva preferito delle marche più neutre pensando che Warhol non avrebbe voluto identificarsi.

La vicenda si concluse con la frase di Warhol :«Fa niente, prendo quello di Burger King».

Ecco 5 curiosità sugli hamburger

hamburgerI primi hamburger di manzo sono stati mangiati nella città di Amburgo in Germania (Hamburg in inglese), da ciò ne deriva il nome. Per contrastare l’antagonista tiranno tedesco, durante la seconda guerra mondiale, il nome venne sostituito con Liberty Sandwich.

I maggiori consumatori sono gli americani, ben 13 miliardi di hamburger all’anno.

Nel 1920 è nato per puro caso il cheeseburger: un ragazzo di Pasadena aggiunse una fettina di formaggio al panino che stava preparando.

Ben cinquantamila dollari costa un panino con hamburger di carne di Kobe – una razza di manzo giapponese – tartufo e foie gras. È venduto a clienti facoltosi in uno dei casinò di Las Vegas.

Ancora più costoso il primo hamburger realizzato artificialmente in un laboratorio olandese. Il prezioso pezzo di “carne” è stato realizzato dopo molti anni di studi e il primo che ha avuto il piacere di cuocerrlo è stato lo chef tristellato Heston Blumenthal.

Hamburger e arte

Schermata 2015-01-29 alle 13.01.50Due artisti francesi, Quentin e Thomas, pieni di estro e creatività, si sono inventati una serie di hamburger molto divertenti. Trovate le splendide e appetitose creazioni del duo di Fat Burger & Furious a questo indirizzo www.tgcom24.mediaset.it

le origini dell’Hamburger

hamburgerHamburger deriva dalla parola tedesca Hamburg – Amburgo, la seconda città più grande della Germania. La sua diffusione negli Stati Uniti, tanto da renderla una parola a stelle e strisce, è spiegata dalla massiccia emigrazione di persone verso il nuovo mondo.

Negli anni si è diffusa sempre più la parola burger con la quale si identifica la trita fatta con carne di manzo, ma esistono molteplici tipologie: buffalo burger, turkey burger, elk burger, burger al salmone, e la variante vegetariana il veggie burger.