Sempre più consumatori informati su ciò che si mangia

carne di pollo

Il consumatore è sempre più attento a ciò che consuma e sempre più sensibile al tema del benessere, questo emerge dai dati Nielsen: il 46% degli intervistati si informa costantemente sulla qualità dei prodotti e il 58% è assolutamente convinto che i problemi di salute e le malattie siano collegate all’alimentazione.

I dati non sorprendono se si pensa ai molteplici allarmi lanciati da organi competenti, come ciò che è accaduto qualche tempo fa per le carni, attaccate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Gli italiani si dicono disposti a pagare di più per avere prodotti di qualità e che non facciano male.

A questo proposito a risentirne è il comparto delle carni suine, a vantaggio degli Elaborati Avicoli che hanno avuto una crescita incessante, superando le 60.000 tonnellate di vendite in Distribuzione Moderna con un trend sull’anno precedente di +3.4%.