Archivio tag: alimenti glutens

La celiachia in numeri

pane celiachia

Secondo le stime del Ministero della salute, in Italia ci sono più di 165 mila persone che seguono una dieta priva di glutine, un dato a cui si aggiunge quello di chi è comunque intollerante alla proteina contenuta nei cereali, ma che segue una dieta normale. In questo caso il Ministero della salute stima che si tratti dell’1 per cento della popolazione italiana, vale a dire circa 600 mila persone.

Sempre più glten free nella ristorazione

aic celiachia

Il 2016 si apre con nuove iniziative, una di queste riguarda l’accordo firmato tra Aic (Associazione italiana celiachia) e Fic (Federazione italiana cuochi) per una collaborazione che aiuti a capire che cosa sia la celiachia e che diffonda la cultura “gluten free”.

Come si sa la preparazione di piatti senza glutine richiede una certa attenzione per evitare che anche minuscole contaminazioni possano provocare serie problematiche a chi è affetto da celiachia. Va da se che nella propria casa l’attenzione è massima, ma quando si va al ristorante bisogna mettersi nelle mani dei cuochi. Da qui parte l’idea di creare maggiore informazione sul tema alimenti senza glutine nel settore ristorazione professionale.

La sinergia tra Aic e Fic sta andando in questa direzione, realizzando diverse iniziative per divulgare e informare gli operatori del settore sulla dieta senza glutine e coinvolgerà anche il marchio Spiga Barrata.

 

Anche i vip hanno una dieta gluten free

vip e celiachia

Anche molti vip hanno problemi con il glutine, alcuni di loro come Daniele Bossari hanno scoperto piccolissimi di essere celiaci, mentre molti altri hanno scoperto di avere un’intolleranza al glutine da adulti.

Tra i famosissimi c’è anche Chelsea Clinton, la figlia del più noto Bill Clinton ex presidente degli Stati Uniti. La notizia è trapelata, ma non confermata, in occasione del suo matrimonio, perché secondo indiscrezioni avrebbe optato per un menu totalmente vegano e gluten free.

Lo sapevi che?

celiachiaIl mese di nascita può influenzare l’essere affetto o meno da celiachia.

Secondo uno studio effettuato in Massachussetts, tra 382 piccoli pazienti celiaci  l’essere nati tra la primavera e l’estate è requisito comune.

I ricercatori ipotizzano che questo legame sia dovuto al fatto che normalmente i bambini iniziano ad assumere glutine ( biscottini, pappe e alimenti) intorno a sei mesi di vita, che per i bimbi nati nei mesi in questione coincide con l’inizio dell’inverno.

Il glutine e lo svezzamento cosa sapere

svezzamento glutineLo svezzamento è una delle fasi fondamentali per abituare il bambino ai nuovi alimenti, non solo, con lo svezzamento si gettando le basi per un rapporto sano con il cibo.

A questo proposito il glutine deve essere introdotto solo dopo il 6° mese compiuto, salvo diverso parere del medico, perché è solo allora che l’apparato digerente del bambino riesce a tollerare tale proteina.

Introdurre troppo presto il glutine nella dieta del bambino, potrebbe dare vita ad intolleranze più o meno gravi, che rischiano di accompagnarlo per tutto il resto della vita. Quindi è bene aspettare il 6° mese per somministrare alimenti contenenti cereali, come creme multi cereali, biscotti (senza uovo), pastine, eccetera. In ogni caso in commercio esistono molteplici marche con molteplici prodotti che riportano sull’etichetta se l’alimento è gluten free.

 

 

Il simbolo della spiga e l’AIC Associazione Italiana Celiachia

gluten freeMolti prodotti portano sulla confezione un simbolo, costituito da una spiga inserita in una circonferenze barrata. Questa icona sta a significare che il prodotto in questione è senza glutine. Le aziende che possono fregiare i propri prodotti con questo simbolo, hanno superato i controlli da parte dell’Associazione Italiana Celiachia. Tali prodotti, con la loro certificazione di idoneità all’alimentazione del celiaco, posso essere inseriti nel prontuario AIC degli Alimenti: si tratta di una pubblicazione annuale che riporta tutti i prodotti che possono fare parte tranquillamente della dieta di un celiaco.