Archivio tag: ricetta bagel

Il Jerusalem Bagel

jerusalem bagelOltre al pane bagel a forma di ciambella, ne esiste un altro tipo dalla forma più allungata che prende il nome di Jerusalem bagel. Dal nome si capisce quale sia la terra d’origine di questo pane – Gerusalemme – dove viene comunemente venduto nelle piazze e per le strade, rappresentando il tipico alimento da Street Food.

Il Jerusalem Bagel è un pane morbido dal sapore dolciastro, ricoperto di spezie e sesamo come da tradizione israeliana; per l’esattezza questa miscela aromatica prende il nome di Za’tar: origano, maggiorana e timo con l’aggiunta di sesamo tostato e sale.

Alla domenica, il Jerusalem Bagel diventa uno snack irrinunciabile per i tifosi di football.

brezel

Bagel del giorno con salmone e cipolla

bagels farcitiPrepariamo un gustoso bagel per il pranzo di oggi. Servono del salmone, cipolla, formaggio spalmabile, pomodoro e capperi.

Tagliate in due il vostro bagel, intanto preparate da parte la farcitura tagliando a fettine la cipolla e il pomodoro. Spalmate il formaggio sulla parte superiore del vostro bagel e su quella inferiore disponete in questo ordine: le fettine di salmone, la cipolla, il pomodoro e i capperi. Ora richiudete il tutto adagiando la parte superiore del bagel… il vostro panino è pronto!

Bagel di New York o Bagel di Montreal?

bagel farcitoI bagel sono molto diffusi in Nord America soprattutto nelle città di New York e Montreal, ci sono arrivati grazie agli ebrei migranti che hanno portato nel nuovo mondo la loro tradizione. C’è da dire che negli anni i bagels si sono differenziati, assumendo caratteristiche specifiche in ciascuna città.

I bagels di New York sono fatti con una farina di grano ad alto contenuto di glutine, sale, lievito acqua e con l’aggiunta di una piccola quantità di miele o sciroppo di malto (il dolcificante viene inserito anche nell’acqua di bollitura dei bagels).

A Montreal i bagels sono più sottili, più dolci e il buco della ciambella è molto più evidente. Nell’impasto, senza sale, vengono aggiunte anche le uova e, dopo avegli dato la forma caratteristica, viene cotto in forno, rigorosamente a legna, ciò rende i bagels più scuri e più croccanti all’esterno.

Una leggenda metropolitana racconta che una volta che  se hai assaggiato il bagel di una delle due città, quello dell’altra non ti accontenterà mai.

Bagel affumicato

bagel affumicatoEccoci con la ricetta bagel di oggi. Come possiamo farcirlo? Abbiamo pensato ad un abbinamento affumicato.

Fate cuocere un uovo fino a quando sarà diventato sodo, sgusciatelo e tagliatelo a fettine. Procuratevi una cipolla rossa di Tropea e tagliate anch’essa a fettine. Come ultimo elemento, disponete nel bagel del salmone affumicato. Insaporite il tutto con qualche goccia di aceto balsamico.

Bagel direttamente dalla Francia

bagel salmoneOggi farciamo i bagel secondo una ricetta francese, serve del salmone, formaggio spalmabile e erba cipollina.

Tagliate a metà il vstro bagel e adagiate su una delle parti le fette di salmone e mettete un po’ di erba cipollina, sull’altra spalmate il formaggio. Richiudete il tutto e servite.

Piccolo consiglio, se volete far sprigionare maggiormante gi aromi degli ingredienti, prima di farcirlo passate il bagel per qualche minuto in forno caldo.

Bagel e salame

bagel al salameOggi abbiamo pensato di farcire i bagel in modo tradizionale, ricorrendo ad un prodotto tipico della cucina nostrana italiana: il salame.

Procuratevi anche del formaggio di vostro gradimento sia a pasta molle, sia a pasta dura e dell’insalata.

Tagliate delle belle fette di salame con il coltello di modo che risultino abbastanza spesse, disponetele sulla metà inferiore del bagel, aggingete formaggio e insalta…et voilà il vostro bagel è pronto.

I Bagel di buona fortuna

bagel polacchiNe Le gioie dell’Yiddish di leo Rosten si parla della nascita dei bagel nella città di Cracovia.

Già nel 1610 i bagel erano diffusi tra la popolazione e in particolare venivano regalati alle donne che avevano appena partorito.

La tipica forma ad anello dei bajgiel rappresentava il ciclo della vita e veniva regalato come augurio di buona fortuna.

Bagel e Giorno del Ringraziamento

giorno del ringraziamentoPer tradizione i bagel non sono legati al Giorno del Ringraziamento ma, negli ultimi anni, il simpatico panino con il buco, sta prendendo sempre più piede anche in questa festività.

Spesso i bagel, inseme ad altri ingredienti, vengono utilizzati per farcire il famoso tacchino, perchè si prestano molto meglio del pane comune.

Sono usati anche per fare degli ottimi crostini oppure come base del budino di pane mangiato in questa ricorrenza.

Anche a colazione i bagel sono protagonisti, perchè rappresentano un pasto leggero ma sostanzioso, che permette di arrivare alla cena senza i morsi della fame. Di solito è farcito con la zucca oppure con la semplice crema di formaggio.

Sicuramente la scelta migliore rimane quella di imbottire i bagel il giorno dopo con gli avanzi del Ringraziamento, che data l’abbondanza di cibo, non mancano sicuramente.   bagel con il tacchino sono i migliori.

Un Bagel…su misura|

bagel-tape-measure-main-4

Che la forma sia quella del Bagel è fuori dubbio. Tondeggiante, morbido e con il classico buco al centro.

 

Ma cos’aveva in mente il designer che ha progettato questo oggetto?
A quanto pare, la forma del Bagel si presta perfettamente per incarnare tutte le funzioni di…un metro a nastro! All’interno il metro si avvolge attorno alla superficie del foro e viene estratto da una piccola fessura laterale.

E’ colorato, comodo e di design…un ottimo modo per portare sempre con sè un bagel, senza ingrassare!

Fonte: http://brillanteinteriors.blogspot.it/2011/12/bagel-measuring-tape.html

Bagel speciale

mascarponePer oggi abbiamo pensato di farcire i bagel in modo semplice ma molto goloso

Procuratevi i bagel, del mascarpone, dello zucchero e delle scaglie di cioccolato.

In una ciotola mettete il mascarpone aggiungente dello zucchero a piacere e cominciate a lavorare energicamente il composto.

Quando il risultato sarà omogeneo, tagliate in due il bagel e spalmate nel mezzo la crema di mascarpone che avete lavorato. Aggiungete a pioggia le scaglie di cioccolato, richiudete il “panino” e il piatto e pronto!